Storia

Oltre cent’anni di tradizione, dedizione e lungimiranza contraddistinguono la storia della Società Bancaria Ticinese.
Fondata nel 1903 a Lugano, e trasferitasi l’anno seguente a Bellinzona, è, ad oggi, l’unica banca prettamente "ticinese".
La scelta di non legarsi ad alcun grosso istituto finanziario ha sempre permesso alla Società Bancaria Ticinese di rivolgersi al proprio cliente in modo diretto, personale, e discreto e di instaurare con esso rapporti duraturi, fondati sul rispetto e la fiducia reciproci.
Nel 1919 la Banca partecipa alla fondazione dell’Associazione Bancaria Ticinese (ABT).
Nel 1933 si trasferisce negli uffici di Piazza Collegiata, dove ancora oggi risiede. L’attuale sede, ricostruita nel 1960 su disegno dell’architetto Augusto Jäggli e giudicata all’epoca come un progetto ardito e controverso,

è considerata oggi una delle architetture ticinesi più importanti del dopoguerra.
E’ in questa sede, ampliata nel 1982 con il restauro e l’integrazione dell’edificio adiacente, che la Banca conosce un’importante fase di crescita e sviluppo.

Nel 1986 la Società Bancaria Ticinese inaugura il Centro Piazza Grande (di proprietà dell’affiliata Immobiliare Castelgrande), complesso che comprende uffici, appartamenti e attività commerciali. Nel 1988 inaugura il Pozzo, Galleria d’Arte e Cultura, un progetto di animazione culturale coordinato in collaborazione con Bellinzona Turismo.

 
Scarica i documenti